Home » 2017 » gennaio

Monthly Archives: gennaio 2017

Cassa Forense: esonero contributi minimi 2017

La Cassa Forense ha pubblicato un avviso sul proprio sito web riguardante le domande di esonero dai contributi per l’anno 2017, esonero che può essere chiesto una sola volta nell’arco dell’intera vita professionale ed esclusivamente in presenza di uno dei casi previsti dal settimo comma dell’art. 21, legge 247/2012.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 6 febbraio 2017 utilizzando la procedura online disponibile sul sito web della Cassa Forense. Il termine ultimo per la presentazione delle istanze è fissato alla data del 30 settembre 2017.

Maggiori informazioni e il testo integrale dell’avviso sono disponibili a questa pagina.

Comunicazione.

I Consigli degli Ordini degli Avvocati di Reggio Calabria, Palmi e Locri ritengono l’articolo apparso sul Dispaccio nella giornata del 16.01.2017 dal titolo “Reggio Calabria: se la lotta alla ‘ndrangheta rallenta in Corte di Appello”, al quale è seguita già la risposta della Giunta Distrettuale dell’ANM, meritevole di un intervento non certamente per aprire un dibattito, che su certi temi è risolto dalla Costituzione e dalla Legge, ma a tutela della corretta percezione della attività giudiziaria e del ruolo degli avvocati da parte della collettività. Il tentativo di una parte della stampa di fuorviare la collettività nel sovrapporre il processo mediatico a quello reale è uno dei mali dei nostri tempi ai quali però bisogna reagire al fine di tutelare il giusto processo e la democrazia. Va, quindi, detto che nella peculiare e antidemocratica  visione della giustizia che caratterizza l’articolo vengono ignorati principi basilari della nostra Costituzione e del nostro Ordinamento quali la presunzione di non colpevolezza, la terzietà e indipendenza del giudice, il doppio grado di giudizio di merito, il ruolo costituzionalmente garantito del difensore per l’esercizio della giurisdizione  e si assiste ad un attacco agli avvocati etichettati ai lettori in senso dispregiativo quali difensori della “mala”.

Non è accettabile un modello di giustizia forcaiolo che consideri assoluzioni  e dissequestri quali “favori” alla criminalità, gli Avvocati quali professionisti che svolgono un ruolo antisociale e, peggio ancora, meritevoli di sospetto i Giudici che applicano la legge e riformano sentenze di condanna.

Emerge dall’articolo il pericolo di avallare una concezione autoritaria della giustizia secondo la quale il giudice dovrebbe violare la legge, applicarla in modo diverso, magari condannare pur quando dovrebbe assolvere, nel caso di processi considerati di interesse sociale. Tali tesi, per fortuna estranee al nostro ordinamento e alla prassi giudiziaria, se seguite finirebbero per portare lo Stato ad utilizzare metodi uguali rispetto a quelli da sanzionare, istigano a combattere il male violando la legge e si pongono in contrasto con la natura democratica dello Stato e con la Costituzione.

E’ poi da stigmatizzare il riferimento agli Avvocati quali “avvocati della mala” in senso chiaramente dispregiativo, ai quali  le sentenze di assoluzione o il dissequestro dei beni, frutto di “banalizzazioni”, contribuiscono “a far fare bella figura”. E’ il caso allora di ricordare che la denigrazione generalizzata della categoria degli avvocati è un attacco al cittadino e alla sua libertà. Va poi affermato con vigore il diritto dell’uomo di vivere in una società che non abbia criminalità e ‘ndrangheta, ma anche in una società “civile” nella quale non si diffondano idee in contrasto con principi fondamentali del diritto, o si immagini che i processi alla criminalità, a maggior ragione proprio per la delicatezza delle vicende processuali, possano assumere connotati di sommarietà, quasi che l’imputato debba considerarsi colpevole già in ragione dell’accusa che gli viene mossa.

Inaugurazione anno giudiziario, comunicato.

Si comunica che in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Giudiziario, l’Ufficio di Presidenza della Corte d’Appello di Reggio Calabria ha organizzato, nel pomeriggio della giornata del 27 gennaio 2017, presso l’Auditorium Versace del Cedir Reggio Calabria, un momento cerimoniale aperto alla cittadinanza, con possibilità d’intervento con apposite relazioni, preventivamente depositate.

A seguire, dopo le ore 18.30, si terrà un evento di formazione per avvocati, rappresentato dalla conferenza-spettacolo dal titolo “Un Diritto messo di traverso” del Magistrato Dr. Salvatore Cosentino, P.M. del Tribunale di Locri. La partecipazione a tale evento attribuisce agli avvocati n. 3 C.F. di cui n.1 in deontologia. L’evento è illustrato nella locandina allegata al presente comunicato.

Inaugurazione anno giudiziario – comunicato (PDF)

img-1

 

 

 

Locandina: “Un diritto messo di traverso” (PDF)

Giustizia Amministrativa: pubblicato in G.U. il decreto di sinteticità degli atti

In concomitanza con l’entrata in vigore del Processo Amministrativo Telematico (PAT), il segretariato della Giustizia Amministrativa ha pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 3 gennaio 2017 il decreto per la sinteticità degli atti.

Il decreto ha stabilito regole e limiti dimensionali per la redazione di tutti gli atti che entreranno nel processo amministrativo. Entrerà in vigore decorsi 30 giorni dalla pubblicazione in G.U.

Scarica il decreto (PDF)

A Messina, istanze per gratuito patrocinio solo in via telematica.

Riceviamo dal COA Messina e pubblichiamo:

Si comunica che il nostro Ordine ha avviato il servizio Gratuito Patrocinio Telematico.

Con decorrenza dal 09/01/2017, quindi, le istanze di ammissione al patrocinio a spese dello Stato in materia civile potranno essere inviate esclusivamente per via telematica, utilizzando il sito www.gratuitopatrociniotelematico.it

Vi chiediamo di informare i Vostri iscritti, rappresentando che, per ottenere le credenziali di accesso, potranno inviare una mail contenente i propri dati anagrafici, di iscrizione negli elenchi per il patrocinio a spese dello Stato e recapiti, all’indirizzo segreteria@ordineavvocatimessina.org

Non appena ricevuta la richiesta, ed effettuati i dovuti controlli, l’Ordine invierà al richiedente la mail con le credenziali di accesso.

Il manuale utente del servizio e un elenco dei documenti richiesti per l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato sono sempre disponibili www.ordineavvocatimessina.it e, successivamente, al link collegato:

www.gratuitopatrociniotelematico.it

Cordiali saluti

Il Presidente

Avv. Vincenzo Ciraolo